Candidato a sorpresa

Arriva il 21 settembre nelle nostre sale “Candidato a sorpresa”, satira sulle campagne elettorali. A fronteggiarsi nella commedia diretta da Jay Roach (Ti presento i miei) Will Ferrell (Zoolander) e Zac Galifianakis (Una notte da leoni) con Dan Aykroyd nella parte di un avido imprenditore.
In attesa del rush finale tra Obama e Romney e delle nostre elezioni meglio qualche risata distensiva…

Game Change

E’ un periodo denso di film dedicati alle campagne elettorali (e ai consulenti politici). Ho appena visto le Idi di Marzo ed ora aspetto l’uscita del nuovo film HBO “Game Change”. E’ dello stesso autore di Recount ed è tratto dal best seller Game Change. Di seguito il teaser.

Le idi di marzo

Ha aperto la mostra di Venezia e negli Stati Uniti uscirà il 7 ottobre (speriamo di non dover aspettare molto per vederlo). Spin e consulenza politica tornano dopo qualche tempo al centro di un film con un cast di tutto rispetto: George Clooney, Ryan Gosling e Rachel Wood. Il protagonista non è il candidato (interpretato da Clooney), ma il suo giovane consulente. A tale proposito Clooney ha dichiarato “l’addetto stampa doveva essere un trentenne. Io non andavo bene. Tutta la storia meritava di essere vista attraverso gli occhi di questo ragazzo, non del politico”.
Come insegna la campagna di Obama negli Stati Uniti a trentanni si può essere un top consultant del candidato alla presidenza. Utopia da noi?

Guarda il trailer

Page One

“Can the New York Times go out of business?”. La risposta (forse) nel documentario Page One inside the New York Times realizzato da Andrew Rossi e presentato al Sundance Film Festival 2011. L’autore ha firmato per un anno la redazione del quotidiano americano che si trova ad essere l’emblema della sfida che la carta stampata sta affrontando per non soccombere alla rivoluzione prodotta dalla rete e da un ciclo di notizie 24 ore su 24 che rende i giornali sempre più obsoleti. In uscita a fine 2011 (fonte Il cinemaniaco.it).