Z come Zemmour

La possibile candidatura di Zemmour alle presidenziali francesi sta sparigliando le carte. In un mese ha triplicato i suoi consensi nei sondaggi ed al momento potrebbe sostituire la Le Pen in un probabilissimo ballottaggio con Macron. La sua possibilità dì successo passa dalla capacità dì riunire gli elettori delle due destre francesi , Les Républicains... Continue Reading →

Lezioni dal voto spagnolo

Due note dal voto spagnolo: 1) confermato che popolari e socialisti non superano il 50% dei voti 2) partiti nuovi che hanno fatto della loro fortuna il non collocarsi nel continuum destra/sinistra appena si schierano/alleano perdono pesantemente voti. Con questa frammentazione e voto proporzionale diventa impossibile governare senza grandi coalizioni o coalizioni atipiche

For the many, not the few

Una piccola curiosità, lo slogan di Corbyn era lo stesso dell'avvio del new labour di Blair. "For the future, not the past. For the many, not the few. For trust, not betrayal. For the age of achievement, not the age of decline.” – Tony Blair, Labour Party Conference, 1996. <img

La sfida per i partiti mainstream

La sfida per i partiti mainstream non è di dimostrare che i partiti populisti sono brutti, sporchi e cattivi e loro sono il meno peggio, ma di rinnovarsi profondamente. Siamo in un'era nuova con problemi che non hanno precedenti e che richiedono soluzioni nuove e coraggiose. In questo senso i commenti sul governo Macron del... Continue Reading →

Lessons From the Italian Referendum

Lessons From the Italian Referendum, my first article for C&E Europe Former British Prime Minister David Cameron and Italy’s former Prime Minister Matteo Renzi made the same mistake: they personalized the respective referendum campaigns they presided over, and as a result they lost. It’s worth noting that Cameron and Renzi had the same advisor: Jim... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑