Comunicazione Politica: case studies

E’ appena uscito “Comunicazione politica: case studies”, edito dalla Piceno University Press (in co-edizione con Capponi Editore). All’interno troverete un mio capitolo dedicato alla descrizione dell’approccio strategico CDA con esempi riferiti alla costruzione del messaggio nelle elezioni 2014. Il libro raccoglie anche i contributi di (in ordine alfabetico) Valentina Di Leo, Gianluca Giansante, Stefano Origlia, Lorenzo Pregliasco, Michele Sorice, Gianluca Vagnarelli. Quest’ultimo è anche il curatore di questa bella pubblicazione che unisce studiosi e professionisti del settore. Il testo sarà presto disponibile in ebook. Per ora la potete acquistare qui 

12278938_10207022635716053_3899104296794234722_n

The New Republic

Per lungo tempo sono stato abbonato, ora ho ho scaricato la prima copia del nuovo corso guidato Chris Hughes. In copertina Barack Obama e dal welcome di Chris Hughes mi colpisce la voglia di andare oltre l’informazione veloce e in 140 caratteri: “We believe that our new hyper-information age is thrilling, but not enirely satisfying. We believe that there must remain space for journalism that takes time to produce and demands a long attention span – writing that is at once nourishinh and entertaining”.

Qui potete leggere l’intervista a Barack Obama “The president on his enemies, the media, and the future of football”

20130211-cover

The Victory Lab

A lot of hype on this book that will be released on the 11th of september: the author, Sasha Issenberg, promise to presents the untold story of the analytical revolution upending the way political campaigns are run in the 21st century. I call it “Fast Politics”.

Una nuova classe dirigente

Vi consiglio la lettura del nuovo libro di Floris che tratta una delle grandi emergenze del nostro Paese: il ricambio della classe dirigente. Cito solo una frase che spiega bene il titolo: “ho sempre pensato che una società civile ha la rappresentanza politica che si merita. Ora però sto iniziando a ricredermi: forse oggi ci ritroviamo con la classe dirigente che ci meritavamo un po’ di tempo fa. Noi siamo cambiati, il Paese è migliorato, ha studiato, ha vissuto, ha viaggiato, ha imparato molto. E non è giusto né naturale che la sua classe dirigente sia rimasta la stessa”. Inoltre mi troverete citato nel testo…