Il “non luogo” dei democratici

La ragione del disorientamento del Pd e del centrosinistra è, forse, più semplice di quel si pensa, anche se sgradevole. Molto semplicemente: nostalgia dell’ unità. O meglio: dell’ Unione. Un sentimento diffuso fra gli elettori di centrosinistra, che non si sono rassegnati davvero alla scelta di correre da soli. O, almeno, ci hanno ripensato.

Leggi l’analisi completa di Diamanti da Repubblica del 21 dicembre


One thought on “Il “non luogo” dei democratici

  1. Io non sono d’accordo in toto con l’analisi di Diamanti. Cioé non è tanto la nostalgia dell’unità e non solo la mancanza di identità.
    Secondo me il disorientamento è da ricercare in tutta la visione che ha il PD del mondo e dell’Italia; da chi lo compone; dal fallimento, pressoché a priori, di tutto il progetto e dall’incapacità di Veltroni di essere un vero leader.

    Sostanzialmente, la destra di Berlusconi propone l’immagine del padre autoritario. Il PD invece non ne ha nessuna ben definita e continua a sbagliare spostandosi al centro, senza capire che lo zoccolo duro degli elettori da ri-conquistare vorrebbe il ritorno di “qualcosa di sinistra”. Probabilmente è un problema di framing.
    E’ da più di 20 anni che Berlusconi – attraverso ai suoi media e non solo – sta promuovendo il suo modello e i suoi obiettivi. La paura del terrorismo, il razzismo verso l’extracomunitario e la strumentalizzazione dei temi etici, non fanno altro che rinforzare il modello di Berlusconi.
    Il PD invece dovrebbe forse cominciare a elaborare il proprio, a prendere una posizione decisa in vari campi (dalla questione morale in poi…). Dovrebbe semplicemente proporre un modello alternativo, non andare in scia ai luoghi comuni proposti e cavalcati da questa destra.
    Per esempio, invece di parlare soltanto di sgravi fiscali – rinforzando così il frame berlusconiano, potrebbe spiegare che le tasse sono comunque una protezione per il futuro di tutti, e che se si tagliano le tasse a prescindere, si andrà col perdere i diritti (scuola, sanità, ecc…), che diventeranno a pagamento e quindi prerogativa di pochi.

    Insomma è evidente che in questa Italia non ci sia più giustizia sociale: e in questo senso le risposte del PD sono drammatiche. Basti pensare alle recenti indagini o arresti in molte giunte (il Pd avrebbe candidato sindaco un personaggio che avrebbero arrestato 2 ore dopo essere eletto, magari).

    Il disorientamento, il totale distacco dalla realtà e la mancanza di capacità di analisi non è più dell’elettorato. La crisi è nella dirigenza, in coloro che dovrebbero raccogliere e unire (!).
    Di questo passo, il PD non potrà che continuare a perdere punti, a partire dalle prossime europee.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...