La sfida per i partiti mainstream

La sfida per i partiti mainstream non è di dimostrare che i partiti populisti sono brutti, sporchi e cattivi e loro sono il meno peggio, ma di rinnovarsi profondamente.
Siamo in un’era nuova con problemi che non hanno precedenti e che richiedono soluzioni nuove e coraggiose.
In questo senso i commenti sul governo Macron del tipo “avete visto non è di sinistra ha nominato un capo di governo di destra” o la contabilità se ci siano più esponenti di destra o di sinistra non colgono il punto.
In questa fase i Paesi si governano dal centro, quello che Kennedy definiva il “Centro vitale”: guardate il curriculum delle persone scelte e le proposte che faranno. Non è più sufficiente la frattura destra/sinistra a descrivere le divisioni politiche: apertura/chiusura, globalizzazione vs sovranismo (nazionalismo), alzare muri o costruire muri per citarne alcune.
Ne ho parlato l’ultima volta in un convegno internazionale a Kiev e sì sostenevo che Macron poteva vincere, quando praticamente tutti sostenevano il contrario.

#tuttostanelcogliereilpunto

18581970_1275512199235473_7280637096876978142_n

Be different

The person who follows the crowd, will usually get no further than the crowd. The person who walks alone is likely to find himself in places no one has ever been before.
You have two choices in life: you can dissolve into the mainstream, or you can be distinct. To be distinct, you must be different. To be different, you must be what no one else but you can be.

images

Alec Ross for Governor

Alec Ross lancia la sua candidatura a governatore del Maryland con un bel video che mostra tutto ciò che insegno ai miei studenti: partite dal perché vi candidate, e nel perché c’è la vostra biografia, la vostra esperienza personale, professionale e politica.
Buona notizia per gli elettori del Maryland, in bocca al lupo Alec!

Per vedere il video

Congresso a Kiev

Venerdì interverrò al Congresso Internazionale della AAPC che si terrà a Kyiv in Ucraina. Parlerò della situazione italiana, dell’ascesa delle formazione populiste e anti-establishment in Europa e della possibile risposta dei partiti “mainstream”.
È evidente che la semplice distinzione destra/sinistra non basta a descrivere il posizionamento dei partiti, così come serve una innovazione del linguaggio e delle proposte.

1451388_10211022237946111_8759766567151104853_n

Airbnb change name for China

Il naming e la comprensione della cultura locale è particolarmente importante per il successo di una azienda o di un prodotto.
Airbnb per conquistare il mercato cinese ha deciso di raddoppiare gli investimenti e di cambiare il nome in Aibiying, che significa “accogliere gli altri con amore”.

Per saperne di più 

Se volete approfondire comunicazione e pubblicità in Cina vi consiglio il libro “L’ideogramma al neon” di Barbara Pietrasanta (Per acquistare il libro)

 

17362483_1210480442405316_8614231039763351401_n

Lessons From the Italian Referendum

Lessons From the Italian Referendum, my first article for C&E Europe

Former British Prime Minister David Cameron and Italy’s former Prime Minister Matteo Renzi made the same mistake: they personalized the respective referendum campaigns they presided over, and as a result they lost.

It’s worth noting that Cameron and Renzi had the same advisor: Jim Messina, President Obama’s 2012 campaign manager.

A core lesson from both campaigns: electoral campaigns and referendum campaigns are not the same. When running a referendum there are three rules to follow: 1) Referendum campaigns are about issues, not individuals 2) They are won when you can appeal to everyday issues, and 3) Get to the point and simplify.

The Italian referendum was about complex constitutional reform, but it became a referendum on Renzi…

Read the complete article

ThinkstockPhotos-185560622.jpeg